Condizionatore Perde Acqua

Il condizionatore perde acqua: cosa fare?

Il condizionatore è un elettrodomestico molto utile, in grado di riscaldare o raffreddare piccoli e grandi ambienti in poco tempo. A differenza di quanto accade con gli impianti di riscaldamento, spesso soggetti a sistemi di funzionamento centralizzati, questo dispositivo può essere utilizzato in qualsiasi periodo dell’anno e a qualunque ora del giorno. Non solo, gran parte dei condizionatori sono anche in grado di deumidificare gli ambienti e offrono moltissime funzionalità avanzate. Essendo molto utilizzati, soprattutto durante l’estate, questi elettrodomestici sono spesso soggetti a danneggiamenti e problematiche varie, necessitando per questo di assistenza e interventi di riparazione. In particolare, può accadere che il condizionatore perda acqua e non sia perciò in grado di funzionare.

Condizionatore perde acqua: a chi rivolgersi

In questi casi, il consiglio è di evitare il “fai da te”, rivolgendosi invece a un’azienda specializzata e in grado di offrire un team altamente qualificato e preparato. Solo in questo modo, infatti, si avrà la certezza di ricevere un servizio professionale, oltre che disponibile anche nei giorni e negli orari più diversi. Le aziende di assistenza e riparazione condizionatori offrono infatti un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana. Indipendentemente dal giorno e dall’orario, potrai contattare la società e ricevere in breve tempo la visita di un tecnico specializzato, che sarà in grado di risolvere la problematica rapidamente e nel modo più corretto.

Condizionatore perde acqua: perché affidarsi ad un’azienda 

In particolare, se il condizionatore perde acqua, potrebbe essere necessario sostituire qualche pezzo. In questo caso è quindi fondamentale contattare solo veri professionisti del settore, ovvero idraulici e tecnici capaci di offrire un servizio di qualità, ma soprattutto trasparente. Rivolgendosi ad un’azienda specializzata si avrà infatti anche il vantaggio di ricevere preventivi e prezzi assolutamente chiari e trasparenti, senza il rischio di imbattersi in brutte sorprese.

Condizionatore Perde Acqua

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Compressore condizionatore non parte

Un condizionatore d’aria è un apparecchio piuttosto complesso, necessario per rendere più confortevole un’abitazione durante i mesi estivi, inoltre, in base al modello scelto, spesso svolge anche la funzione di deumidificatore e talvolta perfino di elemento riscaldante.

Questo significa sottoporre il proprio climatizzatore ad un utilizzo piuttosto intensivo e, per quanto si tratti di un dispositivo sofisticato, può verificarsi facilmente un guasto causato dalle continue sollecitazioni.

Uno dei problemi più comuni è quello del compressore condizionatore che non parte: si tratta di un guasto relativamente frequente che determina la difficoltà per l’apparecchio di mettersi in moto. Il blocco del compressore può a sua volta derivare da diverse cause, più o meno semplici da risolvere, e che richiedono in ogni caso l’intervento di un tecnico specializzato.

Perché il compressore condizionatore non parte? Ecco le cause principali

I motivi per cui il compressore del condizionatore non parte possono essere, come abbiamo detto, diversi. Spesso, quando il motore dell’apparecchio produce rumori strani e intermittenti, il problema potrebbe dipendere da un condensatore guasto o difettoso: basta sostituirlo perché tutto ritorni a funzionare alla perfezione.

Tuttavia, capire quale sia il condensatore difettoso e provvedere a sostituirlo non è così semplice: si raccomanda quindi di rivolgersi sempre ad un tecnico specializzato e in possesso di competenze ed esperienza. È opportuno considerare che il condizionatore dispone all’interno di un circuito contenente gas refrigerante, che non deve assolutamente essere disperso nell’ambiente.

Cosa fare quando il compressore condizionatore non parte

Una volta accertato che il guasto dipende dal compressore, farlo sostituire non comporta una cifra particolarmente elevata. Rivolgendosi ad un servizio di assistenza e riparazioni specializzato, anche via telefono è possibile ricevere una prima consulenza per individuare la natura del problema e provvedere a risolverlo.

La sostituzione del condensatore del condizionatore non comporta un costo particolarmente gravoso e viene effettuata in poche decine di minuti

Compressore condizionatore non parte

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Condizionatore non si accende

Se il tuo condizionatore non si accende non allarmarti, prima di chiamare la nostra assistenza per aggiustare l’eventuale guasto, puoi fare delle verifiche per accertarti che si tratti effettivamente di un problema tecnico e non di un semplice malfunzionamento dovuto a disguidi che puoi facilmente risolvere da solo.  

Condizionatore non si accende: hai controllato il telecomando?

La prima cosa da controllare quando il condizionatore non si accende, sono le batterie del telecomando.

Le batterie del telecomando potrebbero semplicemente essere scariche, e lo puoi verificare da solo in poco tempo.

Potrebbero anche essere malposizionate, con i poli messi nel verso contrario o non incastrate bene, magari dopo una caduta accidentale del telecomando.

Sempre il telecomando potrebbe essere troppo lontano dall’apparecchio oppure ostacolato nell’invio del segnale da qualche ostacolo. Avvicinati per capire se dialoga non l’apparecchio. Potrebbe infine trattarsi di un vero e proprio guasto del telecomando, se in nessun modo vedi che dà segni di vita (luce che si accende quando premi i tasti).

Condizionatore non si accende: hai controllato l‘alimentazione?

L’altra variabile da controllare, prima di chiamare un tecnico, nel caso il condizionatore non si accenda, è l’alimentazione.

Innanzitutto verifica che la corrente funzioni regolarmente in casa. Poi verifica che la corrente arrivi all’apparecchio (se l’impianto è a regola d’arte dovrebbe avere sempre un interruttore che permetta di togliere l’alimentazione in caso di inutilizzo prolungato).

Dai anche un’occhiata al contatore per accertarti che non ci siano malfunzionamenti nell’impianto elettrico

Se tutte queste verifiche non ti hanno dato alcuna risposta, allora è proprio il caso di chiamare un tecnico della nostra assistenza, che si occuperà di capire quale guasto si sia verificato e quale sia l’intervento più vantaggioso per te.

Riparazione e Manutenzione Condizionatori a Milano è disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Contattaci al 391 346 25 44.

Condizionatore non si accende

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Rumore condizionatore

Se il condizionatore ci salva la qualità della vita in estate, può anche accadere che ci tolga il sonno, nel vero senso della parola.

Accade a volte per un malfunzionamento dell’apparecchio, che il condizionatore emetta rumori che ci tolgono il sonno o ci impediscono una vita tranquilla anche di giorno.

Rumore condizionatore: da spento

Ci sono rumori emessi dal condizionatore quando è spento, questo è un indicatore importante da riferire al nostro tecnico prima dell’intervento.

E i rumori possono verificarsi nell’unità interna o nell’unità esterna.

Prima dunque di richiedere l’intervento del nostro tecnico specializzato, fai una chiara diagnosi del tipo di rumore, quando si verifica e se accade con l’unità spenta.

Rumore condizionatore: quando è acceso

Più spesso invece accade che il rumore emesso dall’apparecchio provenga a condizionatore acceso.

E il rumore può essere sintomo di vari tipi di malfunzionamento.

Se il tuo condizionatore è diventato più rumoroso, ma il rumore che emette non ha nulla di strano, potrebbero semplicemente essere i filtri molto sporchi che fanno fare fatica al condizionatore. In questo caso richiedi il nostro intervento per la pulizia dei filtri.

Se invece il rumore è simile a un cigolio, potrebbe essere causato dalla ventola. E anche in questo caso il nostro tecnico verificherà innanzitutto che non abbia solo bisogno di essere pulita dalla polvere.

Poi ci sono vibrazioni, che soprattutto nell’unità esterna fanno diventare il condizionatore fastidioso, in particolare per i vicini di casa che nella bella stagione vorrebbero tenere le finestre aperte. Ricorda che è tua responsabilità occuparti delle emissioni acustiche provenienti dalla tua macchina e, anche se il condizionatore in apparenza funziona regolarmente, se emette rumori fastidiosi, richiedi un nostro intervento per verificare eventuali problemi.

Siamo attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Anche per urgenze. Contattaci al tel. 391 346 25 44

Rumore condizionatore

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Il condizionatore non si accende con il telecomando: cosa fare?

Può capitare che il nostro condizionatore inizi a dare dei problemi. Non è detto che i guasti o i malfunzionamenti siano qualcosa di grave, ma è sempre buona norma rivolgersi a dei professionisti per richiedere assistenza ed interventi di riparazione mirati.

Il condizionatore non si accende con il telecomando è una delle problematiche che si manifesta più frequentemente. Cosa fare in questi casi? Scopriamo come comportarsi in questo caso e quali possono essere le cause.

Cosa fare quando il condizionatore non si accende con telecomando

Quando il condizionatore non si accende con il telecomando il primo passo è quello di controllare che il condizionatore sia correttamente collegato ad una fonte di corrente, e che il telecomando, ovviamente, si accenda e funzioni. Dopo aver verificato questi fattori, è probabile che il se condizionatore non si accende con telecomando il problema riguardi il ricevitore dell’apparecchio.

È quindi il momento di chiamare dei professionisti nell’assistenza e nella riparazione di condizionatori, così da poter avere un quadro esatto della situazione del proprio impianto.

Perché il condizionatore non si accende con telecomando

Il condizionatore non si accende con il telecomando, ma è chiaro che la causa non sia di quest’ultimo. Cosa può essere? Probabilmente il malfunzionamento riguarda proprio l’apparecchio, per cui solo l’intervento di un professionista potrà chiarire quale sia il guasto. Non fatevi prendere dal fai da te, i condizionatori sono dei macchinari che richiedono l’intervento di un esperto perciò, facendo da soli, c’è il rischio di peggiorare la situazione.

È possibile che il malfunzionamento sia dovuto ad una mancata o scorretta manutenzione, per cui la sporcizia e l’usura abbia manomesso il funzionamento dell’impianto. Chiamando un tecnico esperto nell’assistenza e riparazione di condizionatori, verrà al domicilio nel minor tempo possibile in modo da risolvere il problema in maniera definitva.

Il condizionatore non si accende con telecomando: cosa fare?

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Miglior climatizzatore per riscaldamento: quali sono i criteri da valutare nella scelta

Il climatizzatore è importantissimo per sopravvivere all’afa estiva e riuscire ad avere sollievo negli ambienti in cui si vive o si lavora. Ma esistono anche climatizzatori che hanno la funzione che produce e manda aria calda per riscaldare gli ambienti e che quindi può essere utilizzato anche d’inverno al posto dei termosifoni.

Quali sono i criteri attraverso cui poter scegliere il miglior climatizzatore per riscaldamento?

Sicuramente uno dei fattori di maggior interesse da tenere in considerazione è il grado di efficienza energetica dell’impianto, in quanto può far risparmiare e ridurre di molto i costi delle spese di riscaldamento.

Un’altra componente da valutare approfonditamente è la potenza del climatizzatore: e questo lo si deve fare tenendo conto degli spazi da riscaldare, dell’esposizione dell’immobile, della posizione in cui si trova ed anche dell’area geografica per non sottovalutare nessuna variabile.

Il miglior climatizzatore per riscaldamento è la soluzione ideale per avere una casa confortevole d’inverno

Acquistare ed installare il miglior climatizzatore per riscaldamento assicurandosi anche che sia efficiente nelle stagioni estive per rinfrescare gli ambienti è una tattica intelligente e risolutiva dei problemi di caldo/freddo dovuti alle temperature.

Un criterio importante da tenere in considerazione nella scelta del miglior climatizzatore per riscaldamento è lo spettro di funzionalità che questo offre. Fra queste è fondamentale in inverno avere la funzione di deumidificazione soprattutto se si vive in una casa che tende ad essere umida ed a produrre muffa nelle stagioni fredde e piovose o nevose.

Solitamente i climatizzatori presentano un tasto in cui è presente un sole che ci permette di invertire il flusso da aria fredda ad aria calda. Uno volta effettuato questo passaggio bisogna impostare la temperatura giusta che ci permette di avere un ambiente riscaldato ma senza il rischio di aumentare troppo i consumi, meccanismo che avviene quando il climatizzatore deve sforzarsi troppo.

Miglior climatizzatore per riscaldamento: quali sono i criteri da valutare nella scelta

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Condizionatore si spegne da solo

I vantaggi del Condizionatore si spegne da solo

In passato, prima che venissero fatti progressi nei sistemi di condizionamento dell’aria, spesso dovevamo lavorare in uffici umidi, surriscaldati e soffocanti. I tempi sono cambiati e ora è molto più comune avere un posto di lavoro climatizzato al punto che possiamo quasi dare per scontati i vantaggi che ci offre. Ci sono molti vantaggi nell’avere l’aria condizionata che si spegne da sola e si regola automaticamente sul posto di lavoro e cercheremo di spiegare alcuni dei principali in questo articolo.

L’aria condizionata migliora l’ambiente di lavoro

Il primo vantaggio di cui parleremo è quello a cui gli imprenditori fanno comunemente riferimento e che alla fine considerano più importante per i loro libri tascabili quando cercano di decidere se desiderano installare un condizionatore d’aria più recente nel loro edificio. Il semplice fatto è che l’installazione di un sistema di aria condizionata migliora notevolmente l’ambiente di lavoro per i dipendenti e aumenta le prestazioni dei lavoratori. Ciò è dimostrato da una ricerca esperta e mostra che in condizioni piacevoli è molto più facile per i lavoratori lavorare al massimo delle loro capacità e con un maggiore livello di concentrazione.

Temperature di lavoro confortevoli

Quando la temperatura dell’edificio supera livelli confortevoli, i lavoratori si sentono a disagio per la sensazione di sudore poiché i loro corpi non si raffreddano abbastanza. Questa irritazione può facilmente stressare un lavoratore e l’irritazione farà peggiorare la sua concentrazione. Questi fattori determinano una riduzione dell’efficienza dei lavoratori e un aumento dei tempi di fermo e delle ore di lavoro perse. Con un sistema di aria condizionata che si spegne da sola e si regola automaticamente ti assicuri che il luogo di lavoro sia alla giusta temperatura e livello di umidità, il che fa miracoli per il morale dei lavoratori e incoraggia un gruppo di dipendenti calmo e concentrato che è pronto ad affrontare il lavoro che viene loro assegnato.

Come l’aria condizionata può influire sulla salute

Sappiamo che non si tratta solo dei datori di lavoro e dei loro profitti, quindi questo prossimo vantaggio si rivolge maggiormente ai lavoratori stessi. È dimostrato che un edificio climatizzato può influire positivamente sulla salute di chi lo abita. Mentre i sistemi di condizionamento filtrano l’aria di un edificio, i contaminanti vengono filtrati. Questi contaminanti includono ma non sono limitati a particelle di polvere e sporco nell’aria che sono una causa nota di allergie e possono anche trasportare batteri, portando a malattie. Quando il sistema di climatizzazione è controllato correttamente, regolerà l’umidità dell’aria e garantirà che sia al livello corretto per il comfort e la salute. L’umidità regolata può portare ad una riduzione delle malattie respiratorie in quanto le vie nasali e della gola non sono più danneggiate dall’aria secca, e poiché muffe e contaminanti non possono più sopravvivere nell’aria relativamente più secca prodotta dall’unità di condizionamento. Questi fattori combinati determinano un aumento della salute dei lavoratori.

L’importanza del Condizionatore si spegne da solo

Tutti questi motivi spiegano l’importanza di un condizionatore si spegne da solo, perché garantisce un sistema di areazione costante senza mai eccedere nelle temperature ma garantendo sempre che queste siano a livello migliore per garantire il benessere tuo, dei tuoi familiari e dei tuoi dipendenti.

Condizionatore si spegne da solo

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Condizionatore si spegne e riaccende

Quando si decide di installare un condizionatore all’ interno della propria casa è perché si ha forte l’esigenza di portare aria fresca nei propri ambienti durante le mensilità più calde.

Ma in commercio al giorno d’oggi si trovano macchine di climatizzazione che sono ideali sia nella stagione estiva e sia per la stagione invernale, poiché grazie alla dotazione della pompa di calore nell’ unità esterna, si potrà godere di piacevole aria calda durante le stagioni fredde quando le temperature sono molto basse.

Ciò che tutti sognano è un condizionatore si spegne e riaccende in autonomia mantenendo una temperatura gradevole e costante.

Un aiuto fondamentale al mantenimento della temperatura si trova nella dotazione di un telecomando digitale che consente di definire il grado di temperatura all’interno dell’ambiente.

Ogni diversa tipologia di condizionatore si spegne e riaccende è costituita da due importanti unità : l’unità esterna dotata di motore contenente gas refrigerante per i mesi estivi, e la pompa di calore per riscaldare gli ambienti durante l’autunno e l’inverno.

La seconda unità è quanto viene definita come unità interna, dotata di split ovvero un sistema ad alette che consente la distribuzione ed il mantenimento della temperatura costante durante il periodo di accensione del condizionatore.

Nel caso in cui il condizionatore si spegne e riaccende senza il vostro controllo sarà necessario richiedere un buon servizio di assistenza e di manutenzione al vostro impianto, in particolare se l’acquisto è recente.

Infatti se un climatizzatore di recente installazione, si spegne senza alcun motivo, sarà necessario eseguire un analisi accurata su entrambi le unità, sia interna ed esterna, per verificare la presenza di danni ingenti e compromettenti il suo corretto utilizzo.

Solamente un tecnico competente ed esperto, è in grado di verificare l’origine del guasto e trovare la soluzione più adeguata per l’impianto e far ripartire entrambi le unità.

Perciò se il condizionatore si spegne e riaccende senza controllo ed in maniera sistematica, sarà opportuno rivolgersi ad un servizio affidabile per ripristinare il regolare funzionamento.

Condizionatore si spegne e riaccende

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Condizionatore si accende ma non parte: quali sono le cause e come intervenire?

Condizionatore si accende ma non parte

Il caldo è ormai arrivato e proprio nel momento del bisogno il tuo condizionatore fa i capricci. I problemi tecnici che interessano il tuo apparecchio possono essere diversi. Uno dei più comuni è quando il condizionatore si accende ma non parte. Può succedere infatti che il condizionatore si accenda regolarmente, ma il motore parte a fatica o addirittura non parte proprio. Cosa fare in questi casi e quali sono le cause di questo problema?

Condizionatore si accende ma non parte: le possibili cause

Quando un condizionatore si accende ma non parte, le cause possono essere le più disparate. Il più delle volte la causa principale è la distrazione: magari non è stato collegato alla presa elettrica in maniera corretta, oppure si sono scaricate la batterie del telecomando e ci siamo dimenticati di sostituirle, o abbiamo dimenticato di inserirle all’interno dell’apposito scomparto del telecomando. A volte potrebbe essere un problema del contatore fuori uso, una situazione che può accadere spesso in estate, a seguito di un consumo eccessivo di elettricità.

Tra le altre cause troviamo la presenza di ostacoli tra il segnale del telecomando e il sensore del condizionatore, ma anche una distanza eccessiva potrebbe impedirne l’accensione, insieme alle interferenze dei vari elettrodomestici presenti in casa. Un’altra causa è da ricercare in un possibile guasto dell’apparecchio. Può ad esempio essere saltato un fusibile, oppure che il problema sia dovuto al condensatore di spunto del motore.

Per poter accedere ad esso è necessario smontare la scatola dell’unità esterna e sostituirlo con uno funzionante. Può succedere che la rottura di un condensatore rappresenti il sintomo di un danno peggiore nell’elettronica del condizionatore. Dunque, se il danno riguarda le parti elettroniche/meccaniche, l’unica soluzione è chiamare un tecnico specializzato ed evitare assolutamente il fai da te se non si è esperti ai lavori.

Condizionatore si accende ma non parte: quali sono le cause e come intervenire?

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!

 

Condizionatore non esce aria fredda

In estate, quando il caldo non lascia tregua senza mostrare intenzione di voler finire, l’amico più prezioso su cui puoi contare è il condizionatore d’aria.

Sempre che funzioni a dovere.

Immagina di rientrare a casa con la speranza di salvarti dalle temperature tropicali che ci sono fuori. La prima cosa che fai è accendere il condizionatore, impostarlo sulla tua temperatura di comfort, sederti, chiudere gli occhi ed attendere che il fresco ti rinfranchi corpo e spirito. Ma, mentre ascolti quel ronzio famigliare, ti accorgi che il fresco non arriva!

Eppure, il condizionatore funziona!

Il problema è che dal condizionatore non esce aria fredda!

Dopo un primo momento di panico, cerchi di motivare questa realtà dicendoti che, essendo il condizionatore acceso da pochi minuti, può darsi che sia normale che produca solo aria calda.

Puoi eseguire pochi semplici controlli che ti potranno sembrare banali ma che è bene fare prima di arrenderti e chiamare l’assistenza:

  • Hai impostato la temperatura giusta?
  • Hai provato ad aumentare la velocità della ventola?
  • Avevi pulito i filtri, prima di far andare l’impianto per la prima volta dopo l’inverno?
  • C’è qualcosa che ostruisce il punto dove il motore esterno aspira l’aria?

Il problema persiste e dal condizionatore non esce aria fredda

Hai bisogno di un pronto intervento poiché la situazione fa dubitare che tu possa risolverla da solo.

Ecco le probabili cause di un condizionatore che non emette aria fredda:

  • Un guasto ai componenti elettronici come la centralina, la sonda o il condensatore. Questo tipo di guasto permette il funzionamento del condizionatore ma solo in modalità ventilazione.
  • Una diminuzione del livello di liquido refrigerante, la cui causa va ricercata in una perdita anomala. Questo guasto può verificarsi su impianti appena installati e necessita di essere risolto da un servizio di assistenza qualificato.

È assolutamente consigliabile contattare l’assistenza.

Condizionatore non esce aria fredda

 

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Visita la pagina Assistenza Condizionatori Milano per scoprire tutti i nostri servizi e tutti i comuni su cui operiamo!